TH Resorts
IL MODO DI AGIRE DI TH RESORTS È FONDATO SUL RISPETTO DELLE PERSONE E DELL'AMBIENTE. L'IMPEGNO DEL GRUPPO SI ESPRIME ATTRAVERSO INIZIATIVE CONCRETE CHE COINVOLGONO COLLABORATORI E OSPITI DEI NOSTRI VILLAGGI
info@th-resorts.com
SEARCH:

MADONNA DI CAMPIGLIO E LA STORIA

La vita turistica di Madonna di Campiglio inizia a metà Ottocento.

Da sempre la bellezza del paesaggio e l’abbondanza delle nevicate hanno attirato in questa zona gli amanti della montagna.
L’hotel Relais des Alpes è stato costruito sul luogo dove alla metà dell’Ottocento sorgevano le rovine dell’ex monastero di Santa Maria di Campiglio e dove fu edificato un primo albergo, lo Stabilimento Alpino.

Il viaggio per raggiungere la località non era agevole, allora occorrevano più di tre ore in carrozza dall’inizio della Val Rendena.
La strada era percorsa da numerosi trasporti di legname, bestiame, ferro e da chi non voleva soggiacere ai pesanti dazi imposti lungo l’arteria principale che correva parallela al fiume Adige.
Fu l’allora proprietario del Grand Hotel Trento, Josef Osterreicher, a far diventare Madonna di Campiglio un raffinato luogo di villeggiatura per la nobiltà e i ricchi borghesi austriaci.
A fine Ottocento fu addirittura la Principessa Sissi a essere ospitata presso l’hotel dove si conserva ancora una elaborata scala a lei intitolata.
Ma il luogo indubbiamente più suggestivo del Relais è il Salone Hofer, la cui decorazione fu affidata nel 1896 al pittore Gottfrid Hofer, maestro nello stile Liberty che imperversava in quel periodo.
L’artista illustrò l’apparizione della Madonna ai pastori sulla cima dello Spinale, mentre l’anno successivo dipinse un quadro che ritraeva l’imperatrice Elisabetta.
Il salone viene usato da tutta la cittadinanza nelle occasioni importanti e rimane a testimonianza delle vicende storiche che legano l’hotel di TH-Resorts alla vita del paese e della valle. Anche l’altro albergo di TH-Resorts, il Golf Hotel, si avvale di un luogo prestigioso, sorge infatti dove una volta era sito lo chalet di caccia della Principessa Sissi, con una vista imparagonabile sulle Dolomiti di Brenta.